Louis Vuitton – Venice secret places

- September 3, 2011 by Veronica Ferraro - 67 Comments

201109_venice-louis-vuitton-secret-places_33

[en]I’ve spent two surreal days in Venice with Louis Vuitton. The travel was the main theme of the little holiday.We enjoyed it through secret and hidden places, full of values and memories.

The first secret place was the terrace on the top floor of the flagship store. Here we had the privilege of enjoying a brunch and meet the brilliant product manager Mathieu.

The second secret place was instead about to art, travel and discovery.
We arrived by boat in the Biennale and there we had the best guide we could wish for: the contemporary artist Fabrizio Plessi that led us to discover his own magnificent work “Vertical Mari.”

His voice accompanied us also to the third secret place of the day: his loft. Notes, projects, ideas and passion were the ingredients of this secret place where Fabrizio uses to work.

I’m glad I met a very special person: Fabrizio, who believes strongly in new technologies and exploits them for his work. But he also believes they have value and meaning only when used with mind, clarity and a great feeling.

I thank Louis Vuitton and its entire team for this first wonderful day:)[/en]

[it]Due giorni quasi surreali trascorsi a Venezia con Louis Vuitton. Alla scoperta del viaggio, tema a cui la maison è molto legata. Un viaggio che si vive attraverso posti segreti, nascosti, intrisi di valore e memoria.

Il primo secret place è stata la terrazza all’ultimo piano del negozio monomarca. Lì abbiamo avuto l’onore di goderci un ottimo brunch e di conoscere il brillante product manager Mathieu.

Il secondo secret place è invece legato all’arte, al viaggio e alla scoperta.
Siamo arrivati con il battello in Biennale e lì abbiamo avuto la miglior guida che potessimo desiderare: l’artista contemporaneo Fabrizio Plessi che ci ha portato a scoprire la sua stessa magnifica opera “Mari Verticali”.

La sua voce ci ha accompagnati fino al terzo luogo segreto della giornata: il suo studio. Appunti, progetti, idee e passione sono gli ingredienti del suo grandissimo e ordinatissimo loft.

Sono felice di aver conosciuto una persona così speciale come Fabrizio, che crede fermamente nelle nuove tecnologie e le sfrutta a pieno per i suoi lavori. Però è anche fermamente convinto che esse abbiano valore e significato solo se utilizzate con mente, lucidità e grande sentimento.

Ringrazio Louis Vuitton e tutto il suo team per questa prima giornata meravigliosa.[/it]

I was wearing: