Chanel fall/winter 2013-14 fashion show

- March 7, 2013 by Veronica Ferraro - 50 Comments

201303_chanelfashionshowfw_03

[it]Anche quest’anno ho avuto l’onore di partecipare a uno degli eventi più attesi della stagione di fashion weeks: la sfilata di Chanel.
Ogni volta il Grand Palais viene allestito con dei set speciali, e anche questa volta non è stato da meno.
Al centro della sala vi era infatti un enorme mappamondo sopra al quale vi erano una serie di bandierine con “la doppia C” che segnalavano la presenza delle boutique Chanel in giro per il mondo. Tramite questa installazione Karl Lagerfeld ha voluto lanciare un messaggio relativo al successo della centenaria maison e alla globalizzazione della moda.

La collezione si è rivelata come sempre impeccabile nei tagli, nella scelta dei tessuti e nelle linee. Sulla passerella hanno sfilato i classici codici Chanel riconoscibili rinnovati e rielaborati: la giacca in tweed si allunga, lo stile bon ton viene affiancato e bilanciato da alcuni capi più “aggressivi” come le parigine in lattice o gli stivali cowboy arricchiti dalle catene. Dopo le hula hop bags della scorsa stagione, ora vediamo borse a forma di mappamondo e maxi clutch matalassè.

Le linee riconoscibili della maison sono volte a sottolineare i punti forti che da anni hanno determinato il suo successo e l’hanno resa un colosso nel mercato del lusso.

Complimenti a Karl Lagerfeld, come sempre. E grazie a Chanel per avermi permesso di vivere un’altra volta questa grande emozione![/it]

[en]Also this year I had the honor of participating in one of the most expected events of the season of fashion weeks: the Chanel fashion show.

Each time, the Grand Palais is set up with special sets, and this time was not far behind.
At the center of the Palais there was in fact a huge globe over which there were a number of flags with “double C” that signaled the presence of the Chanel boutiques around the world. Through this installation Karl Lagerfeld wanted to send a message about the success of the century-old house, and the globalization of fashion.

The collection was as always impeccable in cuts, the choice of fabrics and lines. The classic Chanel recognizable codes were renewed and revised: the tweed jacket is longer, the bon ton style is balanced and supported by some leaders more “aggressive” as the latex tights or the cowboy boots enriched by chains. After the hula hoop bags of last season, we now see bags in the shape of globe and maxi matalassè clutches.

Recognizable lines of the house are designed to emphasize the strengths that for years have led its success and have made Chanel a giant in the luxury market.

Congratulations Karl Lagerfeld, as always. And thanks to Chanel for letting me live again this great emotion![/en]